domenica 22 agosto 2004

CORRI CESARE CORRI!

CORRI CESARE CORRI!

Cesare Battisti non ha aspettato il verdetto dei giudici servi del tribunale di Parigi, non ha aspettato di essere consegnato all'inquisizione italiana.
Nè ieri nè oggi si è presentato alla firma in tribunale dei suoi arresti domiciliari.
Che dire?
La fuga è un diritto di chiunque.
Corri, Cesare, corri!!!

Nessun commento:

Posta un commento