martedì 10 dicembre 2002

PandaRFT, l'ultima volta che ci siamo visti al Bulk mi ha detto che gli piace il mio blog.
Qualcun'altro ha detto che dovrei postare molto più spesso.
Il problema è che la mia vita (come le vostre, del resto) non è così interessante da scriverne tutti i giorni.
Poi a me piace scrivere quando trovo un modo in cui mi diverto a raccontare i cazzi miei, e questo è ancora più difficile.
Se poi trovo l'argomento, l'ispirazione e il linguaggio che mi fanno venire la voglia di scrivere può anche succedere che non ho il tempo di farlo.
Dopo aver lavorato tutto il giorno, qualche volta ti va di uscire, vedere qualcuno, avere degli scambi reali e non solo peer to peer, guardare le persone negli occhi e non nell'IP.

.....

E' un tot che non scrivo un post lungo, ma durante le due ultime settimane di lavoro allucinante, con 10/12 ore davanti al monitor a mettere a CAD in 10 giorni 3700 metri cubi di edilizia residenziale a Novate Milanese, complete di relazioni, computi metrici, prevenzione antincendio, barriere architettoniche e sicurezza di cantiere, il pensiero di mettermi al computer di nuovo per un uso personale della rete, nella meraviglia dei 56k del mio modem e in culo ai ciellini di fastweb, mi entrava in agitazione l'ormone della pecola (e questa la capiscono solo i milanesi).
Giusto il tempo di scaricare le mail, sparare quattro cazzate nelle mie messageboard preferite (indirizzo qui a fianco che non ho voglia di mettere il link attivo) e davo riposo al nervo ottico.
O meglio, avrei dato riposo, se non fosse che alla Monica hanno prestato il Gamecube.
Per fortuna dopo una pubertà ritmata dai bip di Pong, un'adolescenza da bar con dipendenza da coin-op come Grand Prix, Pac-Man, Quix, Commando e tutti gli altri e una gioventù di tastiere sfasciate saltando baratri in Prince of Persia, massacrando nazisti in Wolfestein 3D e alieni in Doom, costruire megalopoli con SimCity al solo scopo di devastarle con terremoti, allagamenti, esplosioni di centrali nucleari e passeggiate di Godzilla, da adulto irresponsabile e immaturo riesco a gestire la mia dipendenza videoludica senza tornare scimmiato come ai tempi.
Ciò non mi ha impedito di chiedermi, alle 5 di mattina di qualche giorno fa, perché stavo saltando sui tetti di Delfinia con SuperMario invece di dormire, che 4 ore dopo mi aspettavano altre 10 ore con 19 pollici di monitor sparati in faccia.

.....

Venerdì sono andato dal dentista: preventivo di 3800 euri, frutto di incidenti domestici, violent dancing e ridotta igiene dentale. Dopo aver girato diversi dentisti con preventivi tra i 3000 e i 6000 euri, quello che ho preso l'ho scelto per il più stupido dei motivi: nello studio, tra lauree e diplomi, aveva appeso il poster di Che Guevara. Non sono ferrato in materia odontoiatrica, ma non ricordo che il buon vecchio Ernesto fosse famoso per la sua dentatura. Fumando sigari cubani, poi... Che abbia appeso il poster per motivi politici?
Massì, tra un paio di mesi avrò un sorriso perfetto e lui si farà la barca nuova. Chiamandola Gramna.

.....

Il bello di scrivere una serie di post brevi è che ho meno problemi con i tempi dei verbi (lo so che leggendo non sembra!).
Come sa chi ha letto quelli vecchi più lunghi, non era raro leggere periodi che partivano al passato per diventare presenti se non futuri, magari anteriori.
Il risultato era una specie di gerundio futuristico, un uso dei verbi non per quello che significano ma per il suono che hanno. E non so se avrebbi ragione.

Nessun commento:

Posta un commento