martedì 14 settembre 2004

BUONE RAGIONI PER L'ANNIENTAMENTO DELLA RAZZA UMANA - Episodio 3

...e a grande richiesta:

La tua t-shirt meriterebbe una sventagliata di AK47

De Puta Madre.
Narcos.
Cocaina.
Traficante.
Se una di queste frasi fosse stampata sulla maglietta di un pusher di Ponte Lambro, se fosse sotto alla camicia pacchiana di qualche mafioso russo, albanese o chiunque si gestisca lo smercio di dette sostanze al momento, si potrebbe pensare a una specie di campagna pubblicitaria.
Avrebbe un senso.
Magari il senso di individuare un mafioso pezzo di merda, insomma, un servizio alla società.
Invece no.
Devo veder sfrecciare un tamarro di 16 anni, su un cinquantino truccato, con una maglietta nera con scritto "cocaina" a lettere argentate sulla schiena.
Devo vedere adolescenti freschi di brufoli indossare scritte che lo vorrebbero qualificare come "trafficante" (di cosa? di biscotti plasmon tra i banchi dell'asilo?).
Devo vedermi una ragazzina ventenne con pendaglietti Hello Kitty e una felpa con scritto "narcos".
Ma la puta madre vostra, che non vi ha dato abbastanza schiaffi quando doveva!

De Puta Madre è una casa produttrice di vestiario fondata in una prigione spagnola da un ex narcos (o almeno così dice www-deputamadre69-com e il link non lo metto attivo apposta, grazie comunque a chacka per la segnalazione), che ha deciso di fare queste t-shirt per cercare una "onesta" fonte di guadagno dalla vendita di... che cosa? coolness per fighetti che si vogliono atteggiare a malavitosi?
Ma cazzo! se volete fare i malavitosi andate a fare le rapine in banca!
Se vi volete atteggiare a duri fate vedere che le palle le avete davvero.
Invece no.
Magliette dedicate alle peggiori merde che infestano il pianeta, un gradino appena sotto ai governanti e aglli sbirri dei paesi da cui provengono (e con cui, del resto, sono in affari!).
Ma perché non andate a lavorare in un campo di coca, sotto il tiro dell'esercito privato, addestrato dalla CIA, di qualche cocalero?
Mangerete poco, guadagnerete quasi niente, ma in compenso vi potete masticare gratis tutte le foglie di coca che volete. oltretutto, dovendo lavorare 15 ore al giorno vi servirà, e poi i danni alla salute che vi può causare l'uso sarà proprio l'ultimo dei vostri problemi.
Perché non vi fate un bel viaggio in aereo con una decina di ovuli di coca in pancia?
Non è difficile, prendete un tot di coca, l'avvolgete nella pellicola trasparente, la rivestite di cera e la ingoiate. Mangiateci dietro qualche banana, che diminuisce l'acidità dello stomaco e cementa meglio il malloppone, diminuendo il rischio di rottura degli ovuli.
Si, perché se si rompono siete morti, di una simpatica overdose decisamente dolorosa.
E non è che lo fai per una barcata di soldi, no.
Lo fai perché, se ti rifiuti, i narcos delle suddette magliette ti fanno fuori la moglie, i figli o qualche parente.
A parziale soddisfazione, comunque, va detto che sulle bancarelle dei mercati, di queste magliette, ne girano tonellate tarocche.
Si spera quindi che la cosa faccia presto fallire i "legittimi" produttori, a cui auguro un veloce fallimento e una vita di stenti e privazioni.

Con quanto detto, comunque, non voglio fare un discorso moralista, niente just say no to droga, o un'analisi sociopolitica dell'uso e dell'abuso di sostanze.
Non sono un predicatore e non devo convertire nessuno. Poi certa merda l'ho consumata pure io e dovrei, quindi, essere l'ultimo a poter parlare. I soldi a queste merde li ho cacciati pure io per contribuire a fargli costruire le loro pacchianissime ville da mafiosi.
Però, cazzo, non mi metto la maglietta come se fossero dei cazzo di eroi o la mia band preferita.
Se devo farmi una maglietta dedicata a qualche fuorilegge... altro che quattro gusanos mafiosi e infami.
Meglio la Banda Cavallero!

2 commenti:

  1. ...e mettiti la maglia della banda cavallero!! Di sicuro nessuno verrebbe a farti prediche moraliste tirando fuori argomenti che con una t-shirt non hanno nulla da spartire; e questo perché fortunatamente una maglietta rimarrà sempre una maglietta, e di spaccapalle come te ce ne sono gran pochi!

    RispondiElimina
  2. Stai commentando un post di 6 anni fa, renditi conto...
    Get a life, va là!

    RispondiElimina