giovedì 13 luglio 2017

QVS e MorkOne, bombing in Ticinese, MI 2000


Questo angolo di strada tra Viale Papiniano e Via Pacioli è sempre stato intensamente bombardato per decenni.
Ma avendo una parete di mattoncini lisci è di facile pulizia, quindi le pezze non hanno mai avuto vita lunga. Un annetto se va bene.
Questa cosa spezza abbastanza le gambe alle idee dei gruppetti di spugnettari vari che seguono la cosidetta "teoria della finestra rotta", ovvero che se si tiene un muro pulito rimarrà pulito e se si lascia, appunto, anche solo una finestra rotta, imbrattatori e teppaglia arriveranno a lordare tutto come zombies famelici di cervelli.
Non è così, non è mai stato così.
E questo angolo, bombardato e cancellato ripetutamente dagli anni 90 fino ad oggi (almeno un quarto di secolo!) spiega perché gli spugnettari dicono cazzate.
Muri sporchi, muri puliti, noi facciamo il cazzo che vogliamo.

Ma parliamo del muro!
QVS gialloblù tutto barocco e riccioluto, che porta le firme Dust Spun Dreca che ti dicono "Quando Vuoi Stronzo!", oltre a puppet del Morkone BUH AM che lo guarda facendo bbrutto.
Sotto ai bombings si riconosce qualche firma più vecchia, tipo il Fur di Furto in phat, poi Once e amici in bianco in alto a dx e, un po' scolorite sulla striscia di cemento, le firme di Zoid in nero e Creep in rosso.
Di fianco c'è pure l'outline di un softie che però non si legge più e la memoria si perderà con un ciaone.

(foto: Secse)

Nessun commento:

Posta un commento