sabato 19 aprile 2003

In questi giorni ho il "blocco del blogger" è una cosa simile al "blocco dello scrittore", per cui, quando ti siedi davanti al monitor, con mille idee per post interessantissimi e divertentissimi, all'improvviso davanti allo schermo bianco ti si svuota completamente il cervello e non sai cosa scrivere.
E' una cosa che capita a tutti e avevo anche ideato una contromisura: ho fatto una lista di argomenti che, una volta sviluppati, avrebbero costituito ottimi post.
Apro il file, scorro la lista, scelgo gli argomenti più pregni e madidi di possibili frizzi, lazzi e calambour.
Sono pronto, sono davanti al solito monitor, mi leggo e rileggo il titolo aspettando l'ispirazione e quella particolare condizione per cui ti viene una parola dietro l'altra.
Niente.
Un cazzo.
Un emerito cazzo.
Leggo e rileggo il titolo ma ristagna un'umida nebbia all'interno del cranio.
Faccio così: Cambio titolo. Lascio il divertentissimo argomento per un'altra volta. Meglio non sprecare le pallottole migliori quando non ve n'è.
Titolo nuovo! Allora... dunque... mmmmhhh...
Merda.
Niente.
Un cazzissimo niente.
Com'è che quando lavoro mi vengono un burdelot di idee che mi rido tutto e oggi che non ho un cazzo da fare e sono in ferie sembra che mi abbiano ripassato la cavità cranica con l'anatra wc?!?
Niente, vaffanculo! Niente. Non mi resta che usare il trucco più vecchio, risaputo, stantio, abusato.
Scrivere un post dove l'argomento è non avere nessuna idea su cosa scrivere nel post.
Massì che mi freca? tanto sono tutti in vacanza, chi cazzo sarà a casa davanti al pc? Quante persone sono così prive di una vita sociale decente? Beh, io per esempio ora sono davanti al pc.
Che vita di legno, come diceva quello là.
Cazzi vostri, io domani vado a Napoli.
Ci si vede settimana prossima!

Nessun commento:

Posta un commento