mercoledì 28 maggio 2003

CEMPIONSLIG: HARDCORE A GAMBA TESA NIGHT

Stasera finale di ciempionslig a Manchester.
Se fate caso a i colori di questo blog non dovreste avere dubbi su cosa farò dalle 20.30 in poi...
Va da sè che la presenza e la qualità di un post domani possa essere influenzata dal divenire della serata.
Serata che per me si svolgerà all'Hemp Bar del Leoncavallo con schermo gigante, e gli obbligatori contorni di birra, frittatona di cipolla e rutto libero (Fantozzi docet), e a seguire in Dauntaun con concerto di Wendigo, De Crew, La Crisi.

So che tra le persone che leggono questo blog ce ne sono molte molte a cui non interessa il calcio, addirittura alcune che si disgustano solo a sentire la parola, il genere di gente che ti dice: "ma vai nei centri sociali e tieni la squadra di Berlusconi?". A tutti questi non ho niente da spiegare o da dire e alla domanda di prima rispondo senza dubbio "Si!".
Il fatto è che non potete capire, è come cercare di spiegare i colori a un cieco.
Magari vi siete letti tutti i libri di Nick Hornby e "Febbre a 90" lo avete trovato "curioso" o "divertente", ma non sarete mai in grado di immedesimarvi in quello che vive il protagonista ("meglio così", penserete voi).
Quando sentite partire una discussione sul calcio siete schifati, annoiati e sbuffate. Magari ci considerate malati, mentecatti, sfigati.
Un pò vi compatisco, però.
Il fatto è che di quello che pensate, per 90 minuti alla settimana, non ce ne frega un cazzo. E l'unica cosa che conta è quando la curva frana!

Nessun commento:

Posta un commento