martedì 27 maggio 2003

Questa l'ho letta su una messageboard americana e non se ne citava la fonte, però è divertente, poi oggi non spaevo che postare, quindi ecco qua:

Prima della seconda guerra del golfo, in un discorso, Bush ha chiamato Iran, Iraq e Corea del Nord "Asse del Male".
Arrabbiate per essere state degradate, Libia, Cina e Siria hanno deciso di formare un club denominato "Asse Altrettanto Malvagio".
Esse hanno comunicato che il loro asse è altrettanto, se non maggiormente, malvagio dello stupido asse nominato da Bush.
I tre stati dell'Asse del Male hanno subito replicato che "il nuovo asse, oltre ad avere un nome stupido, non è abbastanza malvagio. Tutti sanno che noi siamo molto più malvagi".
Alcuni diplomatici siriani hanno negato di essere arrabbiati per l'esclusione, ma hanno ammesso di aver fatto domanda in precedenza per essere ammessi nell'asse.
"Ci hanno detto di essere al completo" ha detto il presidente siriano Bashar Al-Assad "e che un Asse non può avere più di tre membri, come durante la seconda guerra mondiale, Germania, Italia e Giappone. Così possono essere solo in tre. E con una stretta di mano segreta e delle spillette personali".
Altre nazioni, altrettanto arrabbiate per essere state escluse dal prestigioso club, o semplicemete invidiose di non far parte di nessun asse, sono corse a formare nuovi triumvirati dalle più diverse caratteristiche geo-politiche.
Cuba, Sudan e Serbia hanno formato il loro "Asse Abbastanza Malvagio" e hanno promosso Somalia, Uganda e Algeria nella formazione dell'"Asse Occasionalmente del Male", mentre Russia, Indonesia e Pakistan hanno dato vita al "Asse Non Così Malvagio Ma a Volte Abbastanza Riprovevole".
Alle Nazioni Unite la situazione sembra sfuggita a qualunque controllo, mentre Sierra Leone, El Salvador e Ruanda annunciano di chiamarsi "Asse Degli Stati Che Non Sono Certamente i Peggiori Ma a Cui Nessuno Chiederebbe di Organizzare le Olimpiadi"; Canada, Messico e Australia si associano in "Asse delle Nazioni Abbastanza Corrette Ma Che Segretamente Pensano Male Degli Stati Uniti"; Irlanda, Scozia e Nuova Zelanda danno vita all'"Asse Dei Paesi a Cui è Concesso di Mettere il Rossetto Alle Pecore".
"Questa non è veramente una minaccia" ha detto il diplomatico scozzese Jack Mc Connell "Solo qualcosa che amiamo fare".
Chiedendosi se le altre nazioni del mondo lo stessero prendendo in giro, un cauto George W. Bush ha approvato quasi tutti questi assi, pur rifiutando il riconoscimento dell'"Asse Dei Paesi Che Finiscono in Guay", accusando uno dei suoi membri di aver compilato un modulo falso. Ufficiali di Paraguay, Uruguay e Chapasguay hanno respinto le accuse.

Nessun commento:

Posta un commento