lunedì 30 giugno 2003

Eh si, ho bigiato la scena hc, perso un tot di concerti, ma non ce la facevo piu'.
In compenso, sabato notte avevo un po' di freddo. E domenica dormivo all'ombra dei pini vicino a un lago alpino e calpestavo le merde di vacca sui sentieri.
Tre ore prima di scrivere questo post tenevo i piedi a mollo in un torrente gelido con un venticello fresco nella schiena, mentre ora un ruscello di sudore caldo mi scende sulla schiena. E il venticello caldo farebbe sembrare fresco il phon.
Cmq mi sono strafogato nei crotti tra Chiavenna e Madesimo e mi sento di applaudire tutti i vinelli locali.
Quanto al vampirismo, niente da fare. Poca gente in giro e quella poca discretamente infighettata. E se piacente cinturata da decine di montanari nerboruti.
Forse se ci provavo con i montanari nerboruti mi andava meglio.
Fino a qualche tempo l'atteggiarsi a figa di legno sembrava un'esclusiva delle milanesi in vacanza, ma ultimamente sembra che l'usanza abbia attecchito pure tra i/le locali.
Sarà la devolution.

Nessun commento:

Posta un commento