Honey MC6 + Dra CKC, Funky Jam, Sesto San Giovanni, 1995


Il problema degli elenchi è che si corre sempre il rischio di dimenticare qualcosa.
Succede con l'elenco della spesa, figuriamoci con gli elenchi di writers che dipingevano 20 anni fa.
Rileggevo l'elenco che appare sulle pagine di Buio Dentro, con i writers che dipingevano tra 80's e 90's.
Ammetto candidamente, che quello che è stato scritto non avrei potuto farlo: un buon 20-30% di quelli che sono nell'elenco nemmeno li conoscevo, un altro 20% me lo sarei dimenticato pur conoscendoli (con seguito di giuste lamentazioni dei dimenticati).
Rileggendolo in questi giorni, qualche assenza ora la noto. Non l'ho notata prima perché, oggettivamente, gli elenchi mi danno il mal di mare.
Sono un fautore delle classifiche fino alle 5 posizioni (se avete letto o visto Alta Fedeltà, capite di cosa parlo). Oltre i 5 nomi mi si strozza il respiro e si annebbia la vista.
Quindi, se non vi leggete in un elenco dove dovreste essere fatevene una ragione, shit happens. Il libro completo non esiste.
Questo lungo preambolo per introdurre un nome che nell'elenco di quel libro, ma anche di altri libri, fanze e siti, manca.
Honey.
Honey è stato uno dei primi writer (non mi spingo a dire il primo non essendone sicuro, ma "uno dei" direi di si) di Sesto San Giovanni.
Oddio, sono un po' in conflitto d'interessi, dato che con Honey ci ho dipinto insieme per anni, che avevamo una nostra minicrew (MC6, Milano-Ciny-6°S.G., praticamente da dove venivamo noi e le nostre fidanzate dell'epoca) attiva tra 96 e 2000 se non ricordo male.
Quando abbiamo iniziato a pezzare insieme lui lo faceva già da qualche anno: stile europeo, tratti puliti e curati e predilezione per puppets, decorazioni e citazioni pop kulture.
Quella nella foto è una murata fatta con Dra CKC (altro olschooler sestese!) alla HallOfFame che Honey aveva a Sesto, datata 1995 quindi fatta prima che pezzassimo come MC6.
Hall autorizzata, ma "autorizzata" per modo di dire, dato che aveva, se non ricordo male, l'autorizzazione per fare UNA murata, ma non essendo specificata precisamente la teneva valida a ogni controllo.
Cosa che funzionò, dato che quando ci fermarono i carabinieri mentre stavamo facendo un pezzo al suo muro, una lettura del "permesso comunale" sembrò bastare...
Non è mai stato un bomber. Negli anni in cui abbiamo pezzato insieme avremo fatto, penso, non più di un paio di merci in ferrovia a Sesto, forse una carrozza in Garibaldi. Pochissimo bombing stradale.
Ma sulle murate ha sempre avuto una cura manicale per i dettagli, un po' alla Rendo, e una tecnica nel disegno che che gli ha sempre fatto fare puppets spettacolari.
Molti writers sestesi hanno iniziato guardando le sue murate quando erano piccini, che lo ammettano o meno.
Per quelli che non l'hanno conosciuto o non hanno visto le sue cose, per ora, incominciamo da qui.